La maggior parte degli hosting provider consentono l’installazione di wordpress attraverso una procedura automatica. Tuttavia in questa guida vedremo come installare la piattaforma manualmente utilizzando un software ftp per effettuare l’upload dei file.

Nel video abbiamo effettuato un’installazione in locale utilizzando MAMP su mac.

 

# Dove scaricare WordPress

La versione più recente di WordPress in italiano può essere scaricata a questo indirizzo . Otterremo una cartella zippata che dovrà essere decompressa.

file-wordpress

All’interno della cartella wordpress troveremo una serie di file che riguardano la lincenza (leggimi.txt, license.txt, licenza.html) o contengono informazioni sull’installazione (readme.html). Una volta pubblicato il sito questi file potranno essere cancellati.

Un file che dovremo modificare in fase di installazione sarà wp-config-sample.php. Questo contiene un modello di configurazione per connettere wordpress al database mysql.

La maggior parte dei files sono raggruppati in tre cartelle:

Cartella wp-content

cartella-wp-content

Nella cartella wp content è una delle cartelle più importanti del sito, contiene tutti i file caricati dall’utente, ciascuno in una specifica cartella. Le principali sono

plugins: ospita tutti i plugin che installiamo su wordpress, quelli di default come akismet e Hello Dolly e quelli creati da noi.

themes:  i temi di default e tutti quelli installati successivamente.

uploads: tutte le immagini e gli altri file caricati attraverso l’upload manager.

Cartella wp-admin

Contiene i file che controllano l’area di amministrazione del cms.

Cartella wp-includes

Contiene tutte le librerie, classi e funzioni che serviranno a far girare il cms.

# Requisiti

Prima dell’installazione vera e propria bisogna assicurasi che i requisiti minimi siano soddisfatti dal servizio hosting che dobbiamo acquistare. Generalmente anche i piani low cost supportano tranquillamente l’installazione di WordPress.

Per la versione attuale (3.9) è necessario che siano supportati:

  • Apache, NGINX, o un altro web server in cui girno php e mysql
  • PHP 5.2.4 o versione sucessiva.
  • MYSQL 5.0 o versione sucessiva.
  • Apache mod_rewrite (opzionale) per la gestione dei permalink.

Una volta acquistato il dominio con relativo spazio web dovremmo disporre di un account ftp e dei dati di accesso a un database mysql.

Per la maggior parte dei provider è necessario creare un database a mano attraverso un interfaccia web come cPanel..

Se vogliamo sperimentare con la piattaforma è possibile configurare un server web direttamente nel nostro computer (è necessario installare un softare come mamp o xamp). In questo modo è possibile lavorare anche in assenza di una connessione internet. Il nostro lavoro potrà essere caricato in un secondo momento nel server on line.

Caricare i file di WordPress sul server on line.

Per trasferire i file dal nostro pc allo spazio appena acquistato dobbiamo procurarci un client ftp ad esempio installiamo filezilla, un programma open source disponibile sia per windows che per mac.

I parametri di configurazione necessari filezilla sono tre:

  • host: è l’indirizzo ftp, di solito qualcosa tipo ftp.miosito.it
  • nome utente fpt
  • password

filezilla
Una volta stabilita una connessione col server remoto ci troviamo di fronte una schermata divisa in due sezioni. Quella sinistra non è altro che l’esplora risorse del nostro computer. Quella destra ci permette di navigare all’interno dei file e cartelle del server.

filezilla-sezioni

I file devono essere copiati in modo che il file index.php della cartella wordpress si trovi all’interno della cartella public_html del server, in tal modo il blog sarà raggiungibile all’indirizzo http://www.sito-esempio.it. In casi particolari può è necessario installare in una sottocartella, ad esempio public_html/blog che sarà raggiungibile all’indirizzo http://www.sito-esempio.it/blog  (Come installare wordpress in una sottocartella).

# Installazione

All’interno della cartella di wordpress allo stesso livello del file index.php cerchiamo il file wp-config-sample.php e lo rinominiamo in wp-config.php.

wp-config

Editiamo il file sostituendo le stringhe di seguito con i dati del nostro database:

  • database_name_here: Il nome
  • username_here: l’username
  • password_here: la password
  • localhost: l’indirizzo che ci viene fornito dal provider

A questo punto per lanciare l’installazione vera e propria dobbiamo aprire un browser e visitare l’indirizzo che corrisponde alla cartella di installazione, nel nostro esempio http://www.sito-esempio.it.

Inseriamo il titolo del sito, l’username e la password con cui effettueremo il login all’area riservata e infine il nostro indirizzo email. Clicchiamo su ‘Installa WordPress’ per terminare.

installazione-in-5-minuti-wordpress

 


  inStileWeb.com
blog comments powered by Disqus