La scelta del provider che ospiterà il nostro sito non è sempre semplice, esistono numerose aziende di hosting, la maggior parte delle quali offrono soluzioni adatte a ospitare un sito WordPress, anche nei pacchetti più economici, ma le informazioni non sono sempre chiare.

Il miglior hosting wordpress?

In realtà gli hosting per wordpress non appartengono a una categoria speciale. La maggior parte dei piani che supportano php e mysql sono adatti per un blog costruito con wordpress.

Vediamo alcuni aspetti che dobbiamo considerare prima di acquistare un piano hosting, tenendo presente che stiamo creando il nostro primo sito e che stiamo cercando una soluzione a pagamento.

Hosting wordpress preinstallato.

Spesso, se abbiamo poco tempo o non abbiamo voglia avere a che fare con i file di configurazione,  fa comodo avere un’installazione di wordpress già pronta una volta acquistato lo spazio web. WordPress sarà installato seguendo un’installazione automatica semplificata.

Categorie di hosting

Tralasciando possibili soluzioni che richiedono la configurazione diretta del server (server dedicati o vps), in base a come sono ripartite le risorse del server che ospita il sito troviamo l’ hosting condiviso, semidedicato e dedicato.

Hosting condiviso (shared)

È il tipo di hosting che  probabilmente stiamo cercando, adatto a siti con poche centinaia di visitatori al mese. Il sito sarà ospitato in un server dove le risorse come ram, cpu e i server web e MySQL sono condivise con altri utenti.

Gli svantaggi derivano dal fatto che le risorse sono ripartite tra i vari siti e  che risulta  personalizzare il server. Può capitare infatti di dover utilizzare uno script che necessita di un particolare modulo di apache non installato di default.

I vantaggi di un hosting condiviso sono sicuramente il basso costo, che tipicamente si aggira intorno a i 20 – 30 euro all’anno.

Hosting semidedicato (semi dedicated)

Simile all’hosting condiviso tranne per il numero ridotto di siti ospitati, quindi una disponibilità maggiore di risorse. Il costo di un hosting semidedicato si aggira intorno ai 20 euro al mese.

Hosting dedicato (Full managed server)

Nell’hosting dedicato le risorse di un server sono a disposizione esclusiva di un sito web tuttavia la configurazione  della macchina sono ancora effettuate dal provider. Questa soluzione è adatta a chi ha esigenze di prestazioni elevate con migliaia di visitate mensili. Il costo di riferimento è di circa 30 euro mensili.

Scalabilità del piano hosting

Un altro aspetto da tenere in considerazione è la possibilità di riadattare il nostro spazio hosting alle nuove esigenze di traffico, ad esempio potenziando le risorse, acquistando nuovi database etc.

Spazio su disco e banda

Per un nuovo blog 5 gb di spazio su disco e 5 gb di banda mensile potrebbero essere sufficienti. Lo spazio su disco e la banda necessari potrebbe aumentare se offriamo materiale per il download.
Molti hosting provider offrono banda e spazio disco che non sono esplicitamente limitati. Altri offrono un minimo garantito.

traffico-spzio-disco-hosting-web

Numero di siti aggiuntivi

Molti provider permettono l’aggiunta di più domini, limitati o illimitati allo stesso account. Bisogna valutare l’eventualità di dover creare a breve nuovi siti.

Numero di sottodomini

Un sottodominio è un sito secondario indipendente che condivide parte del nome del dominio principale. Se il dominio principale è miosito.com un dominio secondario potrebbe essere forum.miosito.com oppure portfolio.miosito.com. Molti provider consentono l’aggiunta di un numero illimitato di sottodomini.

Numero di database

Ogni installazione richiede come minimo un database MySQL. Dobbiamo considerare che ci serviranno database aggiuntivi ad esempio per la creazione di forum o l’installazione di moduli per l’analisi del traffico web (es. Piwik).

Presenza di cPanel

cpanel
CPanel è il pannello di controllo offerto dalla maggior parte dei provider. Con cPanel abbiamo a disposizione una serie di strumenti come script di autoinstallazione dei cms più diffusi, per la creazione di database, informazioni sull’utilizzo delle risorse del sito, accesso al file system, video tutorial.

Backup

Quando scegliamo un piano hosting dobbiamo valutare anche la presenza di un servizio di backup. Questo può essere compreso nel prezzo o attivabile come opzione aggiuntiva. Avere una copia del sito e del database salvati in un’altra posizione è necessaria nel caso dobbiamo effettuare un restore del sito a una versione precedente.

Web hosting internazionali noti.

Inseriamo una lista di provider internazionali di cui si sente spesso parlare. Bluehost e Dreamhost sono consigliati nel sito ufficiale worpdress.org

Bluehost

bluehost

DreamHost

dreamhost

Siteground

siteground

Godaddy

godaddy

Web hosting wordpress italiano

Ecco una lista di web hosting economici ma validi ma che abbiamo testato con wordpress.

Netsons

Numerose opzioni disponibili. Trasferimento di un dominio da un account a un altro un po’ macchinoso e costoso.

Cheweb

Ottimi prezzi id shield gratuita, registrazione del dominio e attivazione del servizio istantanei. Per risolvere un problema relativo al trasferimento di un dominio sono stato contattato telefonicamente da loro.

Vhosting

Xlogic

Aruba

Segnaliamo alcuni problemi riguardo i permessi dei file che possono creare problemi in seguito all’aggiornamento di wordpress e la difficoltà a far funzionare alcuni plugin di caching.

Hosting wordpress gratis

Ecco un elenco di servizi gratuiti che permettono di installare wordpress. I siti creati in questo modo saranno dei sottodomini del sito principale che ci ospita.

Netsons

Altervista

WordPress.com

Famosa piattaforma di blogging basata su wordpress. Una volta registrato il sito ci troviamo dentro un’installazione di wordpress tuttavia non abbiamo accesso ai file php e css.


  inStileWeb.com
blog comments powered by Disqus